martedì 15 dicembre 2015

Il Paradiso delle donne perdute - Jean-Pierre Perrin

Casa editrice: LEONE
Anno di pubblicazione: 2015
Nr. pagine: 295
Prezzo di copertina: € 6,90

Voto personale: ❤❤❤❤
 


" Morvan è un ex poliziotto dell'antiterrorismo francese ritiratosi in uno degli emirati del Golfo Persico come guardaspalle di un principe ereditario. La sua vita monotona viene cambiata radicalmente da un incarico improvviso. Una giovane donna a caccia della sua sorellina di sedici anni, svanita nel nulla, senza lasciare tracce, e desiderosa di seguire le orme dell'attrice Jehan. La stessa star del mondo arabo s'interesserà alla vicenda, così come i servizi segreti britannici, e Morvan scoprirà che in questo gioco hanno tutti qualcosa da nascondere. "
 
 
"Avevo appuntamento con una goccia di pioggia".
Così inizia il racconto. L'agente Morvan che si incontra su una spiaggia deserta con la giovane Eschrat.
" La ragazza aveva del fascino. Occhi grandi, naso sottile e aquiline, labbra carnose che donavano un tocco di sensualità a un viso angelico e una pelle color pesca con sfumature brune. Tutta questa grazia in una ragazza di una ventina d'anni, alta pressappoco un metro e sessantacinque. Il mantello non permetteva al suo corpo di rivelarsi, ma certo non faceva temere il peggio. Sotto indossava dei jeans e aveva ai piedi dei sandali con delle pesanti calze grigie. Sapevo solamente che si chiamava Eschrat. "
La ragazza si presenta all'appuntamento senza nessuno che la accompagni, a differenza di come avrebbe dovuto fare per i costumi della sua religione.
Decide di ingaggiare Morvan per ritrovare la sua sorellina Yasmina, di sedici anni, di cui da giorni non si hanno più notizie.
La famiglia stessa di Yasmina non ha voluto rivolgersi alla polizia in quanto teme che la ragazza sia scappata per una fuga d'amore e, riportandola a casa, subirebbero la vergogna di avere una figlia con la reputazione rovinata.
Ma Eschrat è molto legata alla sorella, è sicura che non sia scappata con nessun uomo e, dopo giorni interi senza avere sue notizie, inizia a temere che le possa essere successo qualcosa di brutto.
Morvan, che ha anche lui una figlia in Francia che non vede da molto tempo, prende a cuore la questione e si fa carico di svolgere le ricerche.
Dopo diversi giorni viene a conoscenza dell'esistenza di una clinica, di cui nessuno osa parlare, chiamata IL PARADISO DELLE DONNE PERDUTE.
Si tratta di una specie di collegio dove delle ragazze incinte di origini straniere vengono rapite e tenute prigioniere fino alla nascita dei loro bambini.
Una volta venuti al mondo i bimbi vengono portati in appositi orfanatrofi e una volta cresciuti vengono poi addestrati a combattere.
Le donne invece, avendo concepito un figlio fuori dal matrimonio, vengono considerate degli esseri immondi, sporche, trattate come animali ed esportate in vari paesi diventando delle vere e proprie schiave sessuali al servizi dei soldati terroristi.
Cosa c'entra Yasmina con tutto questo? Che fine ha fatto la ragazza? Come fare per liberare le ragazze rinchiuse nella clinica?

Si tratta di un romanzo quanto mai attuale, che dietro le fosche tinte del noir svela profeticamente gli intrighi di potere che oggi scuotono il mondo musulmano e l'intero pianeta.
 
 
 
 
 
 
 
 

Nessun commento:

Posta un commento