giovedì 9 giugno 2016

Risotto alla lavanda e rosmarino

In cucina uso molto le erbe aromatiche (timo, salvia, rosmarino, basilico ecc..), il mio orto ne è pieno.
Un'erba che faccio fatica ad utilizzare , se non per profumare gli ambienti o i cassetti dei miei armadi, è la lavanda.
Cercando quindi un modo per introdurla nei miei piatti, mi sono imbattuta in questa ricetta fantastica e, dopo averla provata, sono qui a riproporla a voi!
 
RISOTTO ALLA LAVANDA E ROSMARINO (per 4 persone)
 
 
Difficoltà: FACILE
Tempo di cottura: 20 MINUTI
 
Ingredienti:
350 gr di riso carnaroli
1/2 bicchiere di vino bianco
burro q.b.
1 scalogno
1 rametto di rosmarino
8 foglie di lavanda
8 spighe fiorite di lavanda
brodo vegetale q.b.
sale e pepe q.b.
grana q.b.
 
Procedimento:
Lavate le spighe di lavanda con molta delicatezza e poi lasciatele asciugare.
Tenete da parte 4 spighe intere e dalle altre 4 tenete da parte solamente i fiorellini.
 
Lavate ed asciugate anche il rosmarino e le foglie di lavanda, tritatele finemente insieme allo scalogno e fate soffriggere in pentola con una noce di burro per qualche minuto.
 
Aggiungete il riso e fatelo tostare per qualche minuto, poi sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco.
 
Quando il vino sarà evaporato continuate la cottura del riso mescolando ed aggiungendo ogni tanto un mestolo di brodo per non farlo attaccare.
 
Dopo circa 20 minuti, quando il risotto sarà pronto, spegnete il fuoco, aggiustate di sale e di pepe, aggiungete i fiorellini della lavanda che avevate tenuto da parte, una piccola noce di burro e due cucchiai di grana grattugiato e fate mantecare il risotto mescolando energicamente.
 
Servite il risotto nei piatti aggiungendo come decorazione le spighe di lavanda che avevate tenuto da parte.

Nessun commento:

Posta un commento