giovedì 10 novembre 2016

Harry Potter e il calice di fuoco - J.K. Rowling

Casa editrice: SALANI EDITORE
Anno di pubblicazione: 2001

Nr. pagine: 627

Prezzo di copertina: € 22,00


Voto personale:



"È un momento cruciale nella vita di Harry Potter: ormai è un mago adolescente, vuole andarsene dalla casa dei pestiferi Dursley, vuole sognare la cercatrice del Corvonero per cui ha una cotta tremenda... E poi vuole scoprire quali sono i grandiosi avvenimenti che si terranno a Hogwarts e che riguarderanno altre due scuole di magia e una grande competizione che non si svolge da cento anni. Harry Potter vuole davvero essere un normale mago di quattordici anni. Ma sfortunatamente, Harry non è un mago normale. E stavolta la differenza può essergli fatale."

_________________________

Frank Bride, l'anziano giardiniere di Casa Riddle, vede delle luci provenire dalla vecchia casa abbandonata.
Si avvicina per scoprire  chi c'è al suo interno e trova due creature strane e spaventose: sono Lord Voldemort e il suo fedele servitore Codaliscia (Peter Minus) che stanno pianificando di uccidere Harry Potter.
 
 
Molto lontano, a Privet Drive, Harry Potter si sveglia da un incubo, con la cicatrice in fronte che gli provoca molto dolore.
Si ricorda vagamente di aver sognato che Voldemort e Codaliscia stessero parlando di volerlo eliminare.

Il giorno dopo, a casa dei Dursley, arriva un invito per Harry da parte della famiglia Weasley per andare a vedere la finale della Coppa del Mondo di Quidditch insieme a loro.
Zio Vernon, temendo che Herry possa aizzargli contro il suo padrino Sirius Black (un detenuto fuggito da Azkaban), gli da il permesso di andare e la famiglia Weasley viene, con gran fracasso, a prendere il ragazzo.
 
 
A seguito della vittoria dell'Irlanda contro la Bulgaria, tutti i maghi si ritirano all'interno delle tende dove alloggiano, ma all'improvviso scoppia il panico all'interno del campeggio.
Dei maghi Mangiamorte (sostenitori di Voldemort) stanno seminando il terrore, bruciando tende e facendo volare per aria alcuni Babbani.
Inoltre qualcuno evoca nel cielo il Marchio Nero, il simbolo di Voldemort.
 
 
I funzionari del Ministero della Magia cercano di ripristinare la calma ma non riescono a scovare i colpevoli dell'accaduto.

Gli studenti tornano a Hogwarts e Silente annuncia a tutti che durante l'anno scolastico  si svolgerà il Torneo Tremaghi e che per l'occasione dovranno ospitare le delegazioni delle scuole di Beauxbatons e di Durmstrang, anch'essi partecipanti alla gara.
Solo un alunno di ognuna delle tre scuole verrà scelto per partecipare al Torneo e a prendere questa decisione sarà il Calice di Fuoco.
 
 
Solamente gli alunni sopra una certa età possono mettere il loro nome all'interno del Calice , ma Harry non può farlo in quanto ha solamente 14 anni.

Vengono eletti i Campioni che parteciperanno al Torneo Tremaghi: Viktor Krum per la scuola di Durmstrang, Fleur Delacour per la scuola di Beauxbatons e Cedric Diggory per Hogwarts.
Ma a sorpresa il Calice nomina anche un quarto Campione: Harry Potter.

Come ha fatto il suo nome a finire dentro il Calice? Chi ce lo ha messo? A quale scopo?

Harry ora è vincolato a partecipare al Torneo nonostante non sia grande abbastanza e probabilmente non abbia le conoscenze adeguate.
Le gare sono molto pericolose e il ragazzo potrebbe addirittura morire.
Ma forse questo è proprio lo scopo di chi ha messo il suo nome nel Calice.
 
Grazie ad Hagrid, Harry scopre che nella prima prova del Torneo i Campioni dovranno affrontare dei draghi.
Harry è terrorizzato di non riuscire a superarla, ma Malocchio Moody (il nuovo professore di Difesa contro le arti oscure) gli da tra le righe un piccolo suggerimento.
 
 
Harry infatti supera brillantemente la prova contro l'Ungaro Spinato, il grosso drago contro cui si trova a combattere.
 
Nella seconda prova, invece, Harry deve nuotare fino nel profondo del lago per recuperare Ron che è stato preso in ostaggio dalle sirene, sconfiggendo lungo il tragitto le mostruose creature che vivono in quelle acque.
 
 
Anche questa volta un grosso aiuto gli viene dato dall'elfo domestico Dobby, che gli procura dell'alga branchia capace di farlo respirare per molto tempo in acqua.
 
Nell'ultima prova infine i Campioni devono riuscire a districarsi in un complesso labirinto infestato da maledizioni e creature di tutti i tipi per riuscire a recuperare la Coppa dei Maghi che si trova nel centro.
 
 
Harry e Cedric Diggory arrivano insieme davanti alla Coppa dei Maghi e decidono di comune accordo di afferrarla insieme ,nello stesso istante.
La Coppa si rivela essere una passaporta che li materializza in un luogo sconosciuto, dove viene loro incontro Codaliscia che regge tra le braccia una creatura mostruosa avvolta in fasce.
 
 
Harry non ha mai sentito la sua cicatrice bruciare così forte e questo può significare solamente che Voldemort è vicino e che sta per succedere qualcosa di terribile.
 
_________________________
 
Ultimamente non ho avuto molto tempo per leggere, ma ho sfruttato ogni istante libero per terminare questo libro.
E' stata un'agonia perché ero così curiosa e presa dalla storia che avrei voluto non alzare mai la testa dalle pagine.
 
Con questo quarto volume la Rowling evolve la storia ad un livello superiore rispetto ai precedenti.
Nei primi tre libri, Harry Potter era solo un bambino che scopriva il mondo della magia.
Sia i personaggi che la storia in sé erano molto semplici, un mix adatto soprattutto ai bambini.
Man mano che i libri proseguono però la storia si arricchisce di particolari sempre più complessi.
Harry, Ron ed Hermione sono adolescenti ora ed iniziano a delinearsi le prime relazioni sentimentali all'interno del racconto.
Lord Voldemort non è più solamente un ricordo, una persona che ha fatto cose terribili e di cui nessuno vuole parlare.
Ora vengono spiegate molto dettagliatamente tutte le spaventose e crudeli imprese del Signore Oscuro, vengono nominate tutte le persone che sono state uccise e torturate da lui.
 
Come ho già detto per le recensioni dei libri precedenti, man mano che la storia continua diventa tutto sempre più interessante.
Ed arrivata a questo punto posso dirlo con assoluta certezza: se finora avete visto solo i film, andate di corsa a leggervi anche i libri!
Vi si chiariranno una quantità infinita di dettagli che nei film sono andati completamente persi!
 
 

2 commenti:

  1. Molto interessante il tuo metodo per recensire una serie di libri che l'intero mondo ha letto e che continua a leggere :) Grande e bel blog ;) se vuoi passa anche da me. Mi farebbe piacere :) <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!! Ho ricambiato la visita più che volentieri, sono diventata una tua lettrice fissa! Complimenti per il blog!!

      Elimina